Autore: Guido Boschetti

Qualità, genuinità, eccellenza
Tagliatelle con ragù alla bolognese

Primi piatti

Tagliatelle con ragù alla bolognese

Autore: Guido Boschetti

Difficoltà:

Facile

Tempo totale:

180 min

Portate:

4 Porzioni

Ingredienti:

300 g di Polpa di manzo macinata
200 ml di Brodo di carne
1 Carota
1 Gambo di sedano
1 Cipolla
1 bicchiere di Vino rosso
Sale
Pepe

PREPARAZIONE

1

Per realizzare le tagliatelle con il ragù alla Bolognese, tritate la pancetta, mondate il sedano, la carota e la cipolla e tritate anch’essi.

2

Successivamente prendete una pentola e fate rosolare la pancetta con un filo d’olio, poi unite le verdure e fate cuocere delicatamente.

3

A questo punto, unite la carne e fatela cuocere per 5 minuti, poi sfumate con mezzo bicchiere di vino e fatelo evaporare completamente.

4

Ora aggiungete la passata di pomodoro e mescolate per un paio di minuti. Poi versate il brodo e coprite facendo cuocere per 2-3 ore, aggiungendo se necessario altro brodo e aggiustando di sale e pepe.

5

Una volta realizzato il ragù, prendete le tagliatelle e calatele in acqua bollente per 4-5 minuti, poi scolatele e conditele con il condimento appena realizzato.

Condividi:
Alla scoperta della Mortadella Tipico IT...

News

Alla scoperta della Mortadella Tipico IT...

Condividi su:

Come ben sappiamo, i salumi sono una grande passione italiana, e tra questi vi è senz’altro anche la Mortadella.

La Mortadella di Tipico IT, rigorosamente di origine emiliana, porta con sé oltre cinquant’anni di esperienza e di passione, essendo realizzata con cura dalle sapienti mani di piccoli artigiani, che ogni singolo giorno portano in tavola un prodotto genuino e da un’irresistibile fragranza.

La nostra Mortadella viene prodotta mediante l’utilizzo di suini nati, allevati e macellati esclusivamente in Italia, al fine di garantire il controllo della filiera nei metodi di allevamento e nell’alimentazione degli animali.

Allo scopo di renderla accessibile a tutti i tipi di consumatori, essa risulta priva di glutine e di lattosio, nonché di polifosfati aggiunti.

Per soddisfare le richieste di tutti i palati, Tipico IT, oltre a disporre della classica Mortadella con granelli di pepe nero, offre anche varietà con ingredienti pregiati, come il tartufo e il pistacchio di Bronte.

A prescindere dalla varietà scelta, si tratta di una prelibatezza disponibile in vari formati, realizzata con carne scelta di suino, cotta e insaccata in vescica naturale di bovino legata a mano.

La Mortadella si serve affettata o cubetti per gli aperitivi o gli antipasti, ma viene utilizzata anche in tantissime ricette di primi e secondi piatti, così come per farcire panini o da accompagnare lo gnocco fritto.

Dopo questa lunga digressione vi è venuta l’acquolina in bocca? Non vi resta che contattarci per degustare quest’irresistibile prelibatezza, solo da Tipico IT!

Qualità, genuinità, eccellenza
Bignè con crema alla nocciola

Dolci

Bignè con crema alla nocciola

Autore: Guido Boschetti

Difficoltà:

Media

Tempo totale:

90 min

Portate:

6 Porzioni

Ingredienti:

Per i bignè
2 Uova
50 g Burro
1 Cucchiaino di zucchero
100 g Acqua
1 Pizzico di sale
Per la crema alla nocciola
500 ml di Latte
6 Tuorli
50 g Pasta di nocciole
200 g di Zucchero
1 Bacca di vaniglia

PREPARAZIONE

Per i bignè
1

Per prima cosa dedicatevi alla realizzazione dei bignè: per preparare la pasta choux, versate in una casseruola l’acqua, il latte, lo zucchero e il sale. Unite anche il burro a cubetti e portate il tutto a ebollizione. A questo punto, aggiungete la farina a pioggia in un colpo solo e mescolate con una spatola o un mestolo di legno. Per evitare la formazione di grumi, mescolate rapidamente e cuocete il roux fino a che non si sarà creata una patina bianca sul fondo del pentolino.

2

Trasferite l’impasto così ottenuto in una ciotola e aggiungete un uovo alla volta mescolando sempre con una spatola per incorporarlo. All’inizio l’impasto sembrerà separato, ma continuate a mescolare. Solo quando l’uovo si sarà assorbito completamente, potrete aggiungere il successivo. Una volta incorporate tutte le uova, dovrete ottenere un impasto liscio e consistente.

3

Ora trasferitelo in una sac à poche. Prendete una teglia da forno, foderatela con della carta da forno. Prendete la sac à poche e iniziate a riempire la teglia, spremendo un po’ dell’impasto e formando dei mucchietti di pasta distanziati tra di loro e dalla grandezza di una noce.

4

Una volta che avrete riempito la teglia, con un cucchiaio leggermente bagnato, schiacciate leggermente la superficie delle palline in modo da smorzare la punta dei bignè. Poi sbattete un tuorlo in una ciotolina con un po’ d’acqua e utilizzatelo per spennellare la superficie dei bignè. Fate scaldare il forno in modalità ventilata a 220°C, una volta caldo abbassate la temperatura a 180°C e infornate i bignè. Cuocete per circa 20-25 minuti. Sfornate i bignè e lasciateli raffreddare prima di utilizzarli.

Per la crema
5

Per la preparazione della crema: in una pentola portate a bollore il latte con la bacca di vaniglia. In una ciotola, invece, mescolate lo zucchero, la farina e lo stracchino. Successivamente aggiungete i tuorli e amalgamate per bene. Una volta che il latte ha raggiunto il bollore, versatevi il composto preparato in ciotola; mescolate tutto tramite l’utilizzo di una frusta fino a che la crema si raddensa.

6

Una volta che la vostra crema è pronta, aggiungete la pasta di nocciole e fate raffreddare bene ponendola in frigorifero.

7

A questo punto prendete i vostri bignè ed estraete la crema dal frigorifero, versatela in una sac à poche e iniziate a farcire ogni singolo bignè realizzando un foro sul fondo. I vostri bignè alla crema di nocciola sono pronti da essere serviti.

Condividi:
Una novità tutta da scoprire: la Sfoglia di Grana Padano

News

Una novità tutta da scoprire: la Sfoglia di Grana Padano

Condividi su:

Avete mai sentito parlare della Sfoglia di Grana Padano Tipico IT?

Se la Vostra risposta è negativa, nessun problema, oggi andremo alla scoperta di questa prestigiosa prelibatezza.

La Sfoglia di Grana Padano, conosciuta anche come Raspadura, è ottenuta dal formaggio Grana Padano che presenta una stagionatura dai 4 ai 6-7 mesi.  

Questi sottilissimi veli di formaggio morbido dal gusto molto delicato, profumato e dolce al palato, si ottengono tramite la tecnica della raschiatura, che avviene grazie all’impiego di un coltello particolare.

I metodi di utilizzo di questa chicca sono estremamente variegati; la si può utilizzare per accompagnare diverse pietanze:

Dagli aperitivi...
...agli antipasti.
Dai primi piatti...
Recipe CARNE SALADA CARPACCIO - TIPICOIT
...ai secondi piatti.
E persino come guarnizione sulla pizza!

Inoltre, bisogna sapere che, mentre per l’utilizzo delle scaglie di Grana Padano avrete bisogno di un quantitativo maggiore di prodotto, con l’impiego della Sfoglia avrete modo riempire i vostri piatti pur impiegando poco prodotto.

Essendo privo di lattosio, si tratta anche di un prodotto unico che può essere consumato da chiunque, persino dagli intolleranti al lattosio.

Siete curiosi di esplorare il metodo di produzione di questa straordinaria originalità? Non vi resta che cliccare qui sotto per scoprire il meraviglioso mondo che si cela dietro a questa prelibatezza, solo da Tipico IT!

Qualità, genuinità, eccellenza
Carpaccio di carne salada con Sfoglia di Grana Padano

Antipasti

Carpaccio di carne salada con Sfoglia di Grana Padano

Autore: Guido Boschetti

Difficoltà:

Facile

Tempo totale:

15 min

Portate:

Porzioni

Ingredienti:

50 g Rucola
Per la salsa citronette
70 g Succo di Limone
Sale fino
pepe nero

PREPARAZIONE

1

Per preparare il carpaccio di carne salada con la sfoglia di Grana Padano, iniziate con la preparazione della salsa citronette: spremete due limone e aggiungete l’olio d’oliva, il sale e il pepe al succo ottenuto. Emulsionate bene la salsa con l’aiuto di una frusta.

2

Successivamente prendete un piatto da portata e adagiatevi la rucola. Tagliate la carne salada a fettine molto sottili e distribuitela sulla rucola. Poi versatevi su la salsa citronette.

3

Infine guarnite il vostro piatto aggiungendo la Sfoglia di Grana Padano.

Condividi:
Qualità, genuinità, eccellenza
Casoncelli

Primi piatti

Casoncelli

Autore: Guido Boschetti

Difficoltà:

Media

Tempo totale:

120 min

Portate:

4 Porzioni

Ingredienti:

Per la pasta
4 Uova
50 g di Pane grattugiato
Noce Moscata
Prezzemolo
Sale
Per il ripieno
250 g di Carne di manzo
250 g di Lonza di maiale
1 Carota
1 Gambo di sedano
Mezza cipolla
Un bicchiere di vino
Per il condimento
80 g di Burro
Qualche foglia di salvia

PREPARAZIONE

Per la pasta
1

Per realizzare i casoncelli iniziate con la preparazione della pasta fresca all’uovo: in una ciotola unite la farina di semola di grano duro, la farina 00 e l’uovo. Sbattete con la forchetta e aggiungete le uova rimanenti.

2

Lavorate bene l’impasto con le mani e qualora fosse troppo duro, aggiungete dell’acqua per ammorbidirlo, fino ad ottenere un panetto compatto.

3

A questo punto, fatelo riposare in frigorifero per circa 40 minuti avvolgendolo in pellicola trasparente.

Per il ripieno
4

Nel frattempo riducete a cubetti i due tagli di carne. Preparate un soffritto di sedano, carote e cipolla tritati, unite la carne e sfumate con il vino bianco.

5

Una volta cotta, lasciatela raffreddare e poi macinatela aggiungendo qualche amaretto.

6

Impastate il tutto con le uova, il Grana, il pane grattugiato, il prezzemolo tritato e un pizzico di noce moscata. Amalgamate per bene il tutto.

7

A questo punto, stendete la pasta in sottili sfoglie rettangolari utilizzando l’apposita macchinetta e posizionate in riga le noci di ripieno. A questo punto iniziate a dare la tipica forma dei casoncelli alla pasta.

8

Una volta pronti, fate cuocere in acqua bollente per circa 5 minuti.

9

Nel frattempo preparate il condimento: in una padella fate fondere il burro, aggiungete la pancetta tritata finemente e delle foglie di salvia. Fate cuocere fino a quando la pancetta non risulterà dorata.

10

A questo punto, scolate i casoncelli e trasferiteli nel condimento appena realizzato. Mescolate bene per far amalgamare bene i sapori e trasferite il tutto in un piatto da portata con un’abbondante spolverata di Grana Padano.

Condividi:
Qualità, genuinità, eccellenza
Torta di ricotta e uvetta con coulis di fragole

Dolci

Torta di ricotta e uvetta con coulis di fragole

Autore: Guido Boschetti

Difficoltà:

Facile

Tempo totale:

60 min

Portate:

6

Ingredienti:

Per la torta di ricotta e uvetta
230 g di Zucchero semolato
100 g di Uva sultanina
3 Uova
16 g di Lievito per dolci
1 Pizzico di sale
Scorza grattugiata di 1 limone
Zucchero a velo
Per la coulis di fragole
250 g di Fragole
50 g di Zucchero semolato
2 Cucchiai di succo di limone

PREPARAZIONE

Per la torta di ricotta e uvetta
1

Iniziate mettendo in ammollo l’uva sultanina per circa 10 minuti.

2

In una ciotola capiente, con l’aiuto di una frusta, montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema soffice e spumosa. Successivamente grattugiate la scorza di un limone e unite la ricotta, mescolando per bene.

3

Una volta che l’impasto sarà soffice e amalgamato, versate anche la farina, il lievito e un pizzico di sale.

4

A questo punto, strizzate l’uvetta dall’acqua e aggiungetela al composto amalgamando per bene il tutto.

5

Ora, prendete uno stampo per torte dal diametro di circa 25cm, imburratelo e adagiatevi il composto. Infornate in forno preriscaldato a 180°C per circa 45 minuti.

6

Una volta pronto, fate raffreddare la vostra torta e poi spolverateci su lo zucchero a velo.

Per la coulis di fragole
7

Per prima cosa lavate e asciugate le fragole, trasferendole in una casseruola antiaderente con lo zucchero e il succo di limone. Mescolate e fate cuocere per qualche minuto, fino a quando la frutta risulterà morbida.

8

Successivamente frullate il tutto, filtrate il composto con l’aiuto di un colino al fine di eliminare tutti i semi.

Condividi:
Qualità, genuinità, eccellenza
Filetto di trota salmonata su letto di purè di patate

Secondi piatti

Filetto di trota salmonata su letto di purè di patate

Autore: Guido Boschetti

Difficoltà:

Facile

Tempo totale:

45 min

Portate:

2 Porzioni

Ingredienti:

Per la trota salmonata
2 Filetti di Trota salmonata Tipico IT
Succo di Limone
Sale
Pepe
Per il purè di patate
500 gr di Patate
150 ml di latte intero
50 g di Burro
Sale

PREPARAZIONE

1

Prendete una padella antiaderente, versatevi un filo d’olio e fate riscaldare. Poi adagiate la trota salmonata e fate cuocere 3 minuti per lato.

2

A questo punto la trota è pronta per essere servita con un po’ di succo di limone, sale, pepe e qualche cucuncio.

Per il purè di patate
3

Lavate le patate e trasferitele in una pentola con abbondante acqua fredda. Portate ad ebollizione unendo un po’ di sale grosso e cuocete per circa 40 minuti.

4

Una volta cotte, scolatele e schiacciatele subito con uno schiacciapatate, facendo cadere la purea in una casseruola.

5

Versate poco alla volta il latte intiepidito, mescolando contemporaneamente con una frusta per evitare la formazione di grumi.

6

Cuocete il purè a fiamma bassissima per 3-4 minuti, fino a che risulta soffice, aggiungete il burro a dadini, una presa di sale e mescolate rapidamente per amalgamare gli ingredienti.

7

Condividi:
Qualità, genuinità, eccellenza
Pappardelle con olio, aglio e limone

Primi piatti

Pappardelle con olio, aglio e limone

Autore: Guido Boschetti

Difficoltà:

Facile

Tempo totale:

20 min

Portate:

4 Portions

Ingredienti:

1 Spicchio d’aglio
Sale
1 Peperoncino
Prezzemolo
Succo di limone

PREPARAZIONE

1

Prendete una padella e fatevi scaldare l’olio d’oliva con l’aglio e il peperoncino.

2

Nel frattempo fate cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata. Una volta pronte, scolatele al dente.

3

Unite la pasta al condimento e mescolate per bene.

4

Successivamente, spegnete il fuoco e aggiungete il succo di due limoni spremuti.

5

Servite aggiungendo un po’ di prezzemolo.

Condividi:
Qualità, genuinità, eccellenza
Crostatina meringata al limone

Dolci

Crostatina meringata al limone

Autore: Guido Boschetti

Difficoltà:

Facile

Tempo totale:

165 min

Portate:

6 Porzioni

Ingredienti:

125 g di Burro
125 g di Zucchero
1 Pizzico di sale
1 Uovo
Per la crema al limone
3 Tuorli
30 g di Amido di mais
90 g di Zucchero
2 Limoni
50 ml di Acqua
25 g di Burro
Per la meringa
3 Albumi
1 Pizzico di sale
110 g di Zucchero
2 Cucchiai di acqua

PREPARAZIONE

1

Versate la farina in una ciotola con il burro freddo ridotto a pezzetti, un pizzico di sale e lo zucchero. Lavorate delicatamente il composto.

2

Successivamente unite l’uovo ed impastate per bene. Formate un panetto e avvolgetelo in pellicola trasparente, ponendolo in frigo per circa 30 minuti.

3

Trascorso il tempo, stendete la pasta frolla preparata e ricavate dei cerchi per realizzare le varie crostatine. Perforate la base e rivestite ognuna di esse con della carta da forno. Ponete in forno preriscaldato a 190°C per 20 minuti. Una volta che risulteranno dorate, estraetele dal forno e lasciatele raffreddare.

Per la crema al limone
4

Separate i tuorli dagli albumi. In una ciotola lavorate i tuorli con lo zucchero e l’amido di mais. Unite la scorza di limone, il succo dei due limoni e l’acqua.

5

Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Ora fate cuocere la crema utilizzando la tecnica bagnomaria. Quando la crema risulterà ben densa, unitevi il burro e amalgamatelo per bene.

6

Ora lasciate raffreddare la crema fino a quando non dovrete utilizzarla.

Per la meringa
7

Montate gli albumi tenuti da parte con un pizzico di sale.

8

In un pentolino versate lo zucchero e l’acqua e ponete sul fuoco a fiamma dolce, facendo sciogliere lo zucchero e portando il tutto ad ebollizione ad una temperatura di 121°C.

9

A questo punto, con le fruste a massima potenza versate nel composto degli albumi montati lo sciroppo a 121°C. Continuate a montare fino a raffreddamento della meringa.

Per l’assemblaggio
10

A questo punto, prendete le basi delle crostatine preparate in precedenza e in ciascuna di esse versate la crema al limone e la meringa con l’aiuto di una sac à poche.

11

Ora posizionate le crostatine in forno con il grill a 180°C per 6-8 minuti. Quando la meringa si sarà dorata, estraete le crostatine e lasciatele raffreddare.

12

Ponete i dolci in frigo per almeno 2 ore prima ancora di servire.

Condividi:

Iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi ricevere le ultime notizie, offerte, i nuovi prodotti o le sfiziose ricette? Inserisci la tua mail.

    Clicca qui se accetti la nostra Privacy Policy